Scritte fasciste sul muro dell’Agnoletti: la condanna di Falchi e Toccafondi

0
473
Scritte Liceo Agnoletti
Foto ripresa dalla pagina Facebook di Lorenzo Falchi

Scritte fasciste inneggianti alla marcia su Roma sono apparse nelle giornata di lunedì 19 settembre 2022 sul muro del nuovo Liceo Scientifico Agnoletti.
Un atto preoccupante, vigliacco e contro la storia che dovrebbe essere condannato da tutti. Al momento sull’argomento soni intervenuti il sindaco Lorenzo Falchi con un post sulla pagina Facebook e Gabriele Toccafondi che ha inviato un Whattsapp alla redazione di tuttosesto.net

Di seguito i loro interventi:


“Su un muro del nuovo Liceo Agnoletti –
apre Falchi – è comparsa ieri una scritta inneggiante al fascismo e all’anniversario della marcia su Roma.
Non si tratta di una “bravata” e non si tratta di un atto di vandalismo. È un gesto ignobile e molto preciso, che mi ha colpito e che mi preoccupa.
Ci sono organizzazioni fasciste che hanno evidentemente rialzato la testa e pensano di costruire consenso intorno alle loro idee aberranti e incompatibili con la democrazia e la libertà.
So che la tutta la scuola ha subito reagito nel modo più forte e consapevole possibile. Voglio che sappiano che hanno al loro fianco le istituzioni della nostra città e la vicinanza di tutta la nostra comunità che si riconosce nei valori democratici e antifascisti.
Non è infatti un caso che il liceo sia intitolato ad Anna Maria Enriquez Agnoletti, martire antifascista che fu torturata dai fascisti e trucidata dai nazisti a Cercina per la sua attività partigiana con Radio Cora.
Il fascismo non è una idea come le altre, il fascismo è un crimine e non può trovare spazio nella nostra comunità e nella nostra democrazia.
A Sesto lo sappiamo bene e non ci stancheremo di denunciare ogni rigurgito fascista e rafforzare i valori democratici e di libertà”.

Scritte sul nuovo liceo Agnoletti di Sesto. Episodio da condannare, chi le ha fatte non conosce ne’ storia ne’ senso della scuola. Spero siano individuati, obbligati a cancellare le scritte e a volontariato. Così capiranno”, è il pensiero di Gabriele Toccafondi, candidato nel collegio uninominale Firenze-Provincia per IV-Azione.

“Le scritte apparse poche ore fa sul nuovo liceo Agnoletti, inneggianti la marcia fascista su Roma, sono la dimostrazione di quanto bisogno ci sia di scuola, educazione, conoscenza della storia e senso critico.
Chi ha fatto questo non riconosce il senso del percorso scolastico, non conosce la storia che a scuola si studia, ha perso il senso dell’educazione e non ha imparato ad utilizzare la ragione e il senso critico.

Sono sicuro che le forze dell’ordine aiutate dalle tante telecamere che l’amministrazione ha installato, porteranno ad individuare chi ha fatto questo scempio. Spero che il tribunale e i giudici chiedano ai colpevoli non solo di pagare una multa, ma li obblighino ad un percorso educativo, che inizi con la rimozione delle scritte e prosegua con un impegno di volontariato, altro modo per conoscere, imparare, usare la ragione”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO