Scuola e vaccini, come evitare disagi

0
195

Vaccinazioni obbligatorie, file agli sportelli e richieste di attestazioni possono essere evitate. Al tuo bambino ci pensa l’Azienda Sanitaria. Grazie all’accordo sottoscritto ieri (il 24.08.2017 n.d.r.) tra Anci (Associazione nazionale Comuni Italiani), Ufficio Scolastico Regionale e AUSL della Toscana è stato definito un percorso semplificato per facilitare le famiglie che hanno iscritto i propri figli a scuola ad essere in regola con gli adempimenti di legge.

Cosa prevede la legge 119 del 31.7.2017 in materia di obbligo vaccinale

Per i minori di anni 17 sono obbligatorie le seguenti vaccinazioni: antipolio, antidifterica, antitetanica, antiepatite virale B, antipertosse, antiHaemophilus influenzae di tipo b, antimorbillo, antirosolia, antiparotite, antivaricella. Quest’ultima obbligatoria solo per i nati nel 2017.

La legge prevede che possono essere esonerati dall’obbligo – previa certificazione del pediatra o del medico di famiglia – i minori immunizzati per aver già contratto la malattia naturale – o quelli che si trovano in particolari specifiche condizioni cliniche.

Ecco le azioni messe in campo dal Dipartimento di Prevenzione dell’AUSL Toscana Centro.

Non sono necessari adempimenti burocratici a carico delle famiglie. Sarà infatti il Dipartimento della Prevenzione a prendere contatto con i genitori o i tutori dei minori di 17 anni risultanti non in regola e presenti negli elenchi degli iscritti inviati dalle scuole di ogni ordine e grado. Questi saranno invitati a vaccinarsi.

“Ci sembra il modo migliore – commenta Renzo Berti, direttore del Dipartimento di Prevenzione dell’ AUSL Toscana centro – per agevolare i genitori e gli operatori, alleggerendo le rispettive incombenze e concentrando invece tutta l’attenzione e le energie sull’obiettivo vero della legge ovvero l’incremento dell’adesione vaccinale. E’ questo lo spirito dell’accordo con le Scuole e i Comuni, grazie al quale non è necessario richiedere l’attestato da presentare alla scuola e neppure ricorrere all’autocertificazione.”

I numeri

Sono circa 260.000 i minori di 17 anni residenti nel territorio dell’AUSl Toscana Centro per i quali è necessario verificare lo stato vaccinale e di cui circa 20.000 potrebbero risultare non in regola.

Numero dedicato per tutte le informazioni: numero: 840.003.003 da rete fissa e da cellulare 199.175.955, TASTO 5 dal lunedì al venerdì dalle ore 7.45 alle ore 14.30 il sabato dalle ore 7.45 alle ore 12.30

Prenotazione vaccini:

Area territoriale fiorentina – CUP Metropolitano da rete fissa 840.003.003 e da cellulare 199.175.955, dal lunedì al venerdì dalle ore 7.45 alle ore 18.30 il sabato dalle ore 7.45 alle ore 12.30
Area territoriale pratese – call center telefono 0574 805050 da lunedì a venerdì dalle ore 7.30 alle ore 19.30 oppure utilizzando i numeri del CUP metropolitano
Area territoriale pistoiese – Telecup 848. 800.709 da lunedì a venerdì dalle ore 7.45 alle ore 18.30 e il sabato dalle 7.45 alle 12.30 oppure utilizzando i numeri del CUP Metropolitano
Area territoriale empolese – Telefono 0571-704565 da lunedì a venerdì dalle ore 12.00 alle ore 13.30 (Via dei Cappuccini, 79 – Empoli), 0571-878298 martedì dalle ore 14.00 alle ore 16.30 (Via Mainardi, 2 – Santa Croce), 0571-704359 martedì dalle ore 10.00 alle ore 12.30 e giovedì dalle ore 8.30 alle ore 13.00 (Via Pavese, 4 – Castelfiorentino)
Richiesta attestato di vaccinazione

Se si desidera comunque ottenere l’attestato di vaccinazione, è possibile inviare la richiesta per e-mail – allegando copia del documento d’identità del richiedente – ai seguenti indirizzi:

Area territoriale fiorentina – [email protected]
Area territoriale pratese – [email protected]
Area territoriale pistoiese – [email protected]
Area territoriale empolese – [email protected]
Vania Vannucchi

Ausl Toscana Centro

NESSUN COMMENTO