Acqua pubblica, Biagioli (Mdp): “Per non aumentare le tariffe percorso verso la ripubblicizzazione richiede tappe precise”

0
313

Tariffe bloccate per cinque anni e scelta pubblica per la gestione dall’acqua. L’acqua è una cosa seria e per gestire al meglio questo servizio fondamentale dobbiamo garantire un’organizzazione efficiente, un alto livello degli investimenti e il mantenimento di tariffe basse, controllate dagli enti locali. Come si fa a raggiungere questi obiettivi? Riportando il servizio a una gestione pubblica “in house”, ossia direttamente da parte dei Comuni. Per farlo però è utile compiere alcuni passaggi. Innanzitutto il blocco delle tariffe. E questo lo abbiamo già fatto: grazie alla determinazione dei Sindaci, con il contributo fondamentale della sinistra e di Mdp-Art.1, abbiamo bloccato le tariffe per i prossimi cinque anni, cosa che non avveniva da diverso tempo.

L’altro passaggio è stato impegnare l’Autorità Idrica Toscana, con un ordine del giorno proposto da noi, prima a livello provinciale e poi anche regionale, a procedere verso la riacquisizione da parte dei Comuni delle quote private di Publiacqua. Per arrivare a questo obiettivo però è necessario andare per gradi. Bisogna essere seri e pragmatici: ricomprare oggi le quote private costerebbe svariate decine di milioni di euro, cosa che i Comuni non possono permettersi, né con fondi dai propri bilanci né sottraendo risorse al nuovo ipotetico gestore, perché questo vorrebbe dire ridurre drasticamente gli investimenti, che ancora oggi sono fondamentali e necessari. Per questo abbiamo allungato la concessione, di soli tre anni, per potere così nel frattempo preparare la gestione interna ai Comuni, programmare gli investimenti e abbassare il valore della società, abbassando gli utili a livelli minimali affinché sia possibile riacquisirne poi l’intera proprietà.

Solo in questo modo si può realizzare l’obiettivo dell’acqua pubblica, senza aumentare le tariffe né ridurre la qualità del servizio e degli investimenti. Le altre proposte si possono discutere, ma rischiano di essere inattuabili senza fare il reale interesse dei cittadini”.

È quanto dichiara Alessio Biagioli, sindaco di Calenzano e coordinatore metropolitano di Articolo Uno Mdp, in merito al percorso di ripubblicizzazione dell’acqua.

LEGGI ANCHE:

Gestione del servizio idrico: ok alla proroga a Publiacqua

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO