Campi, Lega: “Erediteremo un indebitamento da 57 milioni di euro”

0
170

L’indebitamento dell’Ente si attesta intorno a circa 57 milioni di euro. Questa è l’eredità lasciata ai campigiani e che riceveremo dopo 75 anni di amministrazione di inalterate centrosinistra“, esordiscono cosi, a pochi giorni dal ballottaggio, i dirigenti leghisti Filippo La Grassa e Claudia Camilletti.

La Lega si è posta tra gli obiettivi anche il risanamento del bilancio comunale per poter ridare prospettive e speranze di crescita al nostro comune, ma tale obiettivo non è facile da raggiungere visto il forte indebitamento sopra ricordato.

Non solo: non possiamo esimerci dal riportare che nel corso nel biennio 2016/2017 sono aumentati sia il prelievo fiscale che l’indice di pressione finanziaria (tenuto conto che possa influire anche il recupero della evasione fiscale).

In merito al prelievo tributario procapite, che misura l’importo medio di imposizione tributaria a cui ciascun cittadino è sottoposto, dati alla mano, mentre nel 2016 era quota 636,22 euro nel 2017 è salito ad Euro 677,74.

Così è stato anche per l’indice di pressione finanziaria che ha visto un graduale aumento nel medesimo periodo da 662,57 a 694,74.

Ma il dato più allarmante proviene dall’andamento dei debiti fuori bilancio: circa 828 mila euro nel 2015 e circa 354 mila euro nel 2016. Nel 2017 il Comune ha provveduto al riconoscimento e finanziamento di debiti fuori bilancio per circa 125 mila euro. A ciò dobbiamo aggiungere che dopo la chiusura dell’esercizio 2017 sono stati riconosciuti e finanziati debiti fuori bilanco per circa 8 mila euro oltre che segnalati debiti fuori bilancio in attesa di riconoscimento per euro 291mila euro per spese legali.

Alla luce di quanto sopra riportato la Lega, che purtroppo ha l’onestà intellettuale di ammettere di non avere la bacchetta magica, si impegna a verificare e controllare tutte le varie voci di bilancio che hanno portato a tale indebitamento. Da qui verranno valutate le varie strategie per diminuire tale debito nell’interesse dei cittadini. Che riteniamo indecoroso siano vessati dalla pressione fiscale in aumento.

Davanti a un dissesto del genere, viene da pensare ad una politica scellerata e non lungimirante, ma sono curioso di vedere se invece di parlare del problema e prendere atto di tutti danni che hanno arrecato a Campi Bisenzio vorranno propinare ai cittadini la favoletta che questo è colpa della crescita della destra xenofoba in Italia“, rileva il segretario provinciale della Lega Alessandro Scipioni.

Lega Campi Bisenzio

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO