Scuola Radice, ass. Bicchi a Martini (Pd): “Tentativo vergognoso di sciacallaggio”

0
565

La scuola Lobardo Radice è stata chiusa per alcuni giorni per via della presenza di amianto nel pavimento. Dopo la presa di posizione di Sara Martini, consigliera comunale del Partito Democratico, nei confronti dell’amministrazione Falchi, ecco la replica di Silvia Bicchi, assessore all’istruzione:

Da Martini un tentativo vergognoso di sciacallaggio. Prima di lanciare accuse, la consigliera avrebbe dovuto quantomeno informarsi e approfondire, come ci si aspetterebbe da chi avrebbe il dovere di rappresentare con serietà i cittadini.

Come dovrebbe essere noto anche alla consigliera il Comune ha disposto la chiusura della scuola non appena ricevuta l’anticipazione delle analisi svolte dalla ditta incaricata di eseguire i lavori. Si tratta di verifiche di routine che vengono svolte per la caratterizzazione dei materiali di scarto e il successivo smaltimento. Insinuare che ci sia stata una sottovalutazione del rischio non solo non corrisponde a verità, ma rappresenta un tentativo squallido di strumentalizzazione in una vicenda delicatissima.

Da tre giorni siamo al lavoro per far ripartire le lezioni e mettere in sicurezza la scuola, con un impegno notevole da parte degli uffici e dei dirigenti scolastici. Il fatto che ci sia chi è impegnato esclusivamente a creare allarme inseguendo la più bassa polemica si commenta da sé. Che a farlo sia chi, per ruoli rivestiti in passato, dovrebbe quantomeno conoscere la materia, lascia davvero senza parole“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO