Calenzano: Prestini risponde alla lettera di Marco Venturini

0
515
Prestine-Calenzano

Il 5 giugno scorso, in occasione della costituzione del gruppo consiliare “Sinistra per Calenzano-Per la mia Città“, il capogruppo Marco Venturini ha scritto una lettera al nuovo sindaco di Calenzano Riccardo Prestini.

Ecco la risposta del primo cittadino:

Rinnovato l’augurio di buon lavoro all’opposizione: “Sono sicuro che tu e il tuo gruppo consiliare saprete svolgere al meglio il vostro ruolo di stimolo e controllo, coinvolgendo non solo le forze che vi hanno sostenuto ma anche il resto della cittadinanza”.

Tra le prime azioni di governo c’è l’impegno nella vicenda del fallimento del Mercatone Uno, per la quale ieri il primo cittadino ha incontrato i lavoratori e le rappresentanze sindacali, portando la propria solidarietà e impegnandosi “a sostenere le loro legittime richieste al tavolo di crisi convocato dalla Regione Toscana per il 13 giugno”.

Altra priorità sono i ricorsi legati alla nuova pista aeroportuale che, in continuità con l’Amministrazione precedente, vengono sostenuti da Prestini: “abbiamo conferito l’incarico legale per presentare il ricorso avverso al decreto del Ministero delle Infrastrutture, con il quale si è approvato il Master Plan del nuovo aeroporto di Firenze”.

Parte centrale del programma elettorale è la mobilità: “Nella conferenza stampa del 31 maggio, assieme agli altri Sindaci, abbiamo pubblicamente richiesto che le risorse pubbliche destinate alla nuova pista siano invece destinati a investimenti infrastrutturali per migliorare ed adeguare la mobilità nella Piana”.

Questo il testo integrale della lettera.

Caro Marco,
ti ringrazio per l’augurio di buon lavoro e lo ricambio altrettanto sinceramente, sicuro che tu e il tuo gruppo consiliare saprete svolgere al meglio il vostro ruolo di stimolo e controllo, coinvolgendo, leggo con favore, non solo le forze che vi hanno sostenuto ma anche il resto della cittadinanza.

Sono infatti convinto che l’ascolto e il dialogo siano strumenti essenziali nell’attuazione del mandato amministrativo, sia quello di maggioranza che di opposizione. Apprendo con soddisfazione e valuto positivamente la disponibilità da voi manifestata nella lettera, di certo in controtendenza con la vostra campagna elettorale incentrata sul rifiuto del confronto con alcune forze politiche democratiche, che rappresentano un’importante fetta della popolazione calenzanese.

Il Consiglio Comunale, così come è avvenuto in passato, è e resta un organo di indirizzo e di controllo del governo cittadino, ciò a prescindere dalle compagini che, di volta in volta, governano il Comune. La nostra azione di governo sarà convintamente improntata affinché vengano riconosciute tutte le prerogative previste dallo Statuto, dal Regolamento e dalla Legge.

In merito agli argomenti affrontati nella vostra lettera, comunico che l’Amministrazione è già al lavoro. Per il fallimento del Mercatone Uno, abbiamo già incontrato, ieri pomeriggio, i lavoratori e le loro rappresentanze sindacali ed espresso la nostra solidarietà ai lavoratori e alle loro famiglie e il nostro impegno a sostenere le loro legittime richieste al tavolo di crisi convocato dalla Regione Toscana per il giorno 13 giugno.

Per l’aeroporto, ricordo che la mia prima uscita pubblica in data 31 maggio, è stata la conferenza stampa convocata insieme agli altri Sindaci coinvolti, per esprimere la nostra soddisfazione per l’esito del ricorso contro la VIA. Parimenti, in accordo con gli altri Sindaci, abbiamo conferito l’incarico legale per presentare il ricorso avverso al decreto del Ministero delle Infrastrutture, con il quale si è approvato il Master Plan del nuovo aeroporto di Firenze.

Sempre a proprosito di aeroporto, già nella conferenza stampa del 31 maggio, assieme agli altri Sindaci, abbiamo pubblicamente richiesto che le risorse pubbliche destinate alla nuova pista siano invece destinati a investimenti infrastrutturali per migliorare ed adeguare la mobilità nella Piana.

La mobilità infatti è parte centrale del programma elettorale con il quale sono stato eletto Sindaco, incentrato sullo sviluppo di un sistema di trasporto sostenibile che riduca l’incidenza dei mezzi privati rispetto a quelli pubblici, sia su ferro che su gomma.

Certo che il vostro contributo, nel momento in cui saranno proclamati i consiglieri e costituiti i gruppi consiliari, sia caratterizzato da altrettanto stimolo all’azione amministrativa, porgo i miei più cordiali saluti e rinnovo il mio sincero augurio di buon lavoro“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO