Cartonificio Fiorentino: sciopero e presidio dei lavoratori

0
884
Cartonificio
TuttoSesto

Sciopero di otto ore per l’intera giornata lavorativa dei dipendenti del Cartonificio Fiorentino in viale Ariosto a Sesto Fiorentino con presidio dalle 8 alle 18 di mercoledì 26 maggio 2021.

Lavoratori, su la testa – si legge in una nota stampa della RSU -. Per la nostra dignità, per i nostri diritti, per la piena applicazione del CCNL, per un piano industriale che possa garantire un futuro per il nostro stabilimento. Per la piena solidarietà alla lotta dei nostri colleghi degli Ondulati Giusti di Altopascio“.

Nel corso di un incontro online organizzato pochi giorni fa da Sinistra Italiana Sesto Fiorentino, Simone Pinelli, delegato RSU del Cartonificio Fiorentino, ha spiegato la difficile situazione che sta vivendo l’azienda di viale Ariosto:

Il Cartonificio è un’azienda storica di Sesto, perfettamente inserita nel tessuto urbano della città. E’ una realtà importante perché leader nel settore cartotecnico a livello nazionale e internazionale. Dal 2014 il Cartonificio Fiorentino fa parte del gruppo Pro-Gest. La crisi Covid-19 ci ha solo sfiorato: i dati dei primi tre mesi del 2021 rispetti ai primi tre mesi del 2020 sono positivi in quanto il fatturato è aumentato, anche se i guadagni sono diminuiti perché la materia prima costa di più. Le carte arrivano dall’America e dalla Russia, Paesi che hanno deciso di favorire il mercato interno. 

La proprietà aveva deciso di unire gli stabilimenti di Sesto Fiorentino e Altopascio, quindi di cancellare la presenza del Cartonificio Fiorentino dalla Piana. Ci stiamo battendo perché questo non avvenga. Su questo siamo sempre stati supportati dall’amministrazione comunale di Sesto Fiorentino per trovare una soluzione che permetta alla proprietà di avere un territorio nella Piana e di mantenere i livelli occupazionali, anzi se possibile aumentarli”. 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO