Divina Commedia, balli medievali e non solo: a Calenzano tutto pronto per la rievocazione dell’assedio al Castello

0
186
Foto del Comune di Calenzano - Da sinistra: Niccolò Taiti, Eraldo Ammannati e Irene Padovani

Spettacolo degli Alfieri e Musici della Valmarina, Divina Commedia, balli medievali e molto altro ancora. E’ tutto pronto per la seconda edizione della rievocazione storica dell’assedio al Castello di Calenzano avvenuto nell’ottobre 1325 quando le truppe del condottiero lucchese Castruccio Castracani arrivarono alle porte della città. L’appuntamento è per domenica 8 ottobre dalle 11 alle 19 nel borgo medievale.

Durante la manifestazione – organizzata dall’amministrazione comunale in collaborazione con l’Associazione Turistica di Calenzano (ATC) e l’associazione medievale Agresto – sarà ricreato un villaggio trecentesco con mercatino medievale, antichi arti e mestieri e punti di ristoro. Tra le attrazioni il corteo storico, una giostra di cavalieri, mangiafuoco, giullari, sbandieratori e musici e giochi per i più piccoli. In programma anche visite guidate al Museo del Figurino Storico, alle ore 10.30, 15.30 e 17.00.

I biglietti saranno acquistabili in prevendita nel circuito TicketOne e sul posto presso le due biglietterie, alle porte di ingresso del Castello. I biglietti sono gratuiti per i bambini fino ai 6 anni, ridotti fino ai 12 anni (4 euro), interi dai 12 anni (6 euro). Biglietto ridotto a 4 euro per soci Coop e soci ATC. Per informazioni: 0550502161 e [email protected]Sarà possibile raggiungere il Castello solo a piedi. Non sono, infatti, previsti trasporti. Nella foto qui sotto il programma:

Foto: TuttoSesto
Foto: TuttoSesto

“Siamo felici di presentare la seconda edizione dell’assedio al Castello. Il borgo di Calenzano Alto è un nostro gioiello da tutelare e da far conoscere il più possibile, non solo ai cittadini di Calenzano. Quella dell’anno scorso è stata una bellissima giornata durante la quale sono arrivate a Calenzano tante persone, anche fuori dalla Toscana”, ha detto Irene Padovani, assessore alla cultura del Comune di Calenzano.

L’edizione dell’anno scorso fu un successo. Vi parteciparono migliaia di persone. A Calenzano non vogliamo che la festa sia triste e una fotocopia di tante altre. Quest’anno abbiamo potenziato gli spettacolo, i mestieri e la battaglia. Ci saranno quattro gruppi di militari di cui tre provenienti da fuori Toscana. Oltre cinquanta figuranti si scontreranno durante la rievocazione storica dell’assedio al Castello“, ha aggiunto Eraldo Ammannati, direttore artistico associazione Agresto.

Grazie alla collaborazione con le associazioni del territorio che ringraziamo saranno create due taverne all’interno del giardino del Castello e in piazza e saranno organizzati giochi per le famiglie per vivere una giornata intera nel nostro borgo“, ha concluso Niccolò Taiti, presidente dell’ATC.

STEFANO NICCOLI

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO