Fratelli d’Italia: ecco la lista a sostegno di Daniele Brunori

0
1953
Fratelli d'Italia-Brunori
Foto: TuttoSesto

24 persone: 9 donne e 15 uomini. E’ la lista di Fratelli d’Italia che alle elezioni comunali di Sesto Fiorentino in programma il 3 e 4 ottobre sosterrà Daniele Brunori, candidato sindaco per il centrodestra. Il capolista è Stefano Poggini, comandante della stazione dei Carabinieri di Sesto fino al 2016.

Fratelli d’Italiana ha intenzioni serie a Sesto Fiorentino – ha detto Claudio Gemelli, coordinatore provinciale FdI nel corso della conferenza stampa tenutasi nella mattinata di giovedì 9 settembre al Tennis Club a Querceto -. La lista è ambiziosa e punta ad un ottimo risultato: vuole portare Daniele Brunori a sedere nella stanza più importanza del palazzo comunale. La lista è composta da persone che hanno un forte legame con Sesto Fiorentino. Ci sono la vecchia guardia e persone che si affacciano per la prima volta alla politica locale.
Le nostre priorità: in primis la sicurezza. Per questo motivo il capolista è Stefano Poggini. Meglio di altri conosce il tema della sicurezza nel territorio. Altri temi a cui siamo legati sono l’ambiente, il sostegno economico alle aziende in crisi causa pandemia, la riqualificazione delle periferie e le politiche a sostegno delle famiglie. A tal proposito il programma prevede dei bonus, anche per gli asili. Ciò che caratterizza il programma di centrodestra è una visione di città molto chiara che gli altri non hanno. Tramvia? Far arrivare la tranvia a Sesto è una delle nostre priorità. La mobilità sostenibile caratterizza la nostra azione, anche al di fuori di Sesto. Aeroporto? Non siamo mai stati contrari. L’aeroporto va messo in sicurezza in ottica dei maggiori flussi turistici. Ok lo sviluppo, ma deve essere sostenibile, anche sul piano ecologico. Sesto non deve essere danneggiata. Gli attuali progetti sono vecchi, vanno ripensati in vista di una concertazione tra Comuni. Deve esserci una sinergia con lo scalo di Pisa. E’ possibile trovare una via di mezzo tra la tutela degli interessi dei sestesi e l’aspetto commerciale
“. 

Una delle nostre priorità è la lotta al degrado che, spesso, porta criminalità. Vogliamo far sì che i sestesi si sentano più sicuri – ha proseguito Stefano Poggini -. Uno dei progetti che vogliamo portare avanti è la zona di controllo di vicinato. E’ una sorta di vigilanza attiva del cittadino a fianco delle forze dell’ordine. Il cittadino non deve intervenire, ma segnalare alle forze dell’ordine eventi criminosi o persone sospette”. 

Cambiare si deve, cambiare si può. Si devono avere voglia e coraggio di cambiare. L’attuale amministrazione non ha slancio verso il futuro – ha dichiarato Maurizio Rosano, coordinatore comunale di Fratelli d’Italia -. Sesto è diventata la brutta periferia di Firenze. L’amministrazione non ha saputo mantenere sul territorio l’occupazione, basti pensiero alla vicenda Roberto Cavalli. 
Capitolo Ginori. E’ un patrimonio per la nostra città. Perché non organizzare una fiera internazionale della ceramica a Sesto Fiorentino? 
E poi va reso fruibile il Parco della Piana, un po’ come i Renai a Signa. L’attuale amministrazione è priva di progettualità”. 

C’è entusiasmo in città. Abbiamo la ricetta per risolvere i problemi di Sesto Fiorentino – ha concluso il candidato sindaco Daniele Brunori -. Il nostro programma è leggero, ma non per questo superficiale. E’ composto da dieci punti per argomento. La sinistra fa propaganda da settant’anni. Abbiamo le idee chiare su come cambiare la città.
Una delle nostre proposte è riportare gli alberi in centro.
Porta a porta: crea disagi alla popolazione, è un sistema obsoleto e fa sì che la vita di un lavoratore di Alia sia misera.
Disabilità: i marciapiedi di Sesto servono solo per appoggiare i rifiuti. Noi proponiamo i cassonetti intelligenti che saranno tema di un incontro in programma a fine settembre. 

E poi dobbiamo promuovere l’identità della porcellana. Dobbiamo stringere un rapporto con gli Uffizi. L’idea è esporre ai lati della biblioteca Ragionieri i capolavori degli Uffizi e quelli della porcellana sestese. Vogliamo realizzare un centro espositivo di ceramica a Doccia.
Secondo l’opinione pubblica non dovrebbe esistere l’opposizione. Dimostreremo che non è così perché noi siamo Sesto che è il nostro slogan.
Aeroporto? Ma davvero pensano di rivincere le elezioni sulla storia dell’aeroporto? Abbiamo gli stessi problemi di trent’anni fa. La Piana fiorentina è una delle zone più inquinate d’Italia. Mettendosi insieme con quelli che sostenevano lo sviluppo dell’aeroporto (riferimento al Partito Democratico sestese, ndr), si sono giocati la credibilità. L’unico obiettivo è la conservazione del potere”
.

Per quanto riguarda gli eventi in programma, il primo si terrà sabato 11 settembre alle 11.30 quando in via Verdi a Sesto Fiorentino sarà inaugurato il comitato elettorale di Daniele Brunori. Il 13 settembre il Centro Civico 4 ospiterà un incontro incentrato sulle disabilità al quale parteciperà anche l’ex portiere della Fiorentina Giovanni Galli. Il 25 o 26 (la data è in via di definizione), dibattito sull’ecologia con Fare Verde.

STEFANO NICCOLI

Questa la lista di Fratelli d’Italia:

1 Stefano Poggini
2 Stefano Mengato
3 Donatella Corbinelli
4 Romeo Rosano
5 Giorgio Sbarra
6 Lorenzo Ciampi
7 Ugo Betti
8 Giada Pucci
9 Marco Poggesi
10 Claudio Scuriatti
11 Fabio Casini
12 Giovanni De Gregorio
13 Valentina D’Aguì
14 Spartaco Arrighetti
15 Franco Zangheri
16 Roberto Bruzzese
17 Pierfrancesca Gallorini
18 Giovanna Sestini
19 Rosalba Di Vico
20 Ilaria Virdis
21 Giulia Chiesi
22 Claudia Barnabei
23 Massimiliano Zetti
24 Anna Malloci

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO