La richiesta di Alia ai cittadini delle zone alluvionate: “Separate i rifiuti elettrici ed elettronici dagli altri”

0
167
Rifiuti
Foto di un angelo del fango

Lavoro a pieno regime per uomini e mezzi di Alia Servizi Ambientali, impegnati da due giorni nel fornire supporto e assistenza nei territori della Toscana centrale colpiti dall’alluvione che ha flagellato la regione nella notte fra il 2 e il 3 novembre. L’impegno prioritario è quello relativo al recupero della grandissima quantità di rifiuti ingombranti, ma anche di Raee(apparecchiature elettriche ed elettroniche come per esempio televisori, frigoriferi, forni, computer, cellulari, lampade fluorescenti) e di altri rifiuti indifferenziati che i cittadini ormai da due giorni stanno esponendo all’esterno delle proprie abitazioni invase dall’acqua.

 

Si invitano gli stessi cittadini – ai quali va un grande ringraziamento per la collaborazione prestata – a procedere a una prima differenziazione fra rifiuti Raee e non Raee, esponendoli in cumuli separati, in modo da rendere più agevoli le operazioni di raccolta e successivo smaltimento. Altra richiesta è quella di non posizionare gli ingombranti sotto o vicino agli alberi e di non parcheggiare le proprie auto nelle vicinanze dei rifiuti accatastati a bordo strada. Queste operazioni riguardano tutti i Comuni dell’Ato Centro che hanno subito danni e disagi dall’alluvione, ma in particolare gli interventi più intensi stanno interessando i territori di Prato, Montemurlo, Quarrata, Carmignano, Montale e Agliana, mentre a Campi il Comune sta procedendo proprio in queste ore all’individuazione di un’area pubblica di stoccaggio per tutti i rifiuti recuperati in strada. Per reggere l’urto dell’emergenza Alia ha messo in campo oggi 60 persone in più (che domani saliranno a 75) rispetto ai numeri originariamente previsti, con l’impegno di 11 squadre, 5 carri gru e 10 ditte esterne con gru. E nei prossimi giorni l’impegno sarà ulteriormente potenziato grazie al supporto che sarà fornito da altre aziende, non solo toscane ma anche in arrivo da fuori regione.

Alia ricorda che per effettuare richieste di rimozione del materiale alluvionato i cittadini possono contattare il call center dell’azienda, che in via straordinaria rimarrà attivo, solo per i Comuni coinvolti dagli allagamenti, anche oggi e domani dalle 8.30 alle 19.30 ai numeri 800.888333 da rete fissa, 199.105105 da rete mobile e 0571.1969333 da rete fissa e mobile. Richieste di rimozione possono essere avanzate anche accedendo o registrandosi sull’area clienti del sito web di Alia, denominata Aliapp, accessibile dalla home page all’indirizzo www.aliaserviziambientali.it.

Per i cittadini che ne avessero bisogno, sacchi neri possono essere ritirati in tutti i Punti Alia dei Comuni alluvionati (l’elenco delle aperture è consultabile su www.aliaserviziambientali.it) e presso le postazioni della Protezione civile di Prato (sala operativa in via dell’Ippodromo 1, piazza di Villa Fiorita e punti ristoro in zona Santa Lucia, Galcetello e Villa Fiorita). Sacchi neri possono essere ritirati anche a Montemurlo presso il Centro di raccolta Alia in via Puccini (che sarà aperto anche domani) e nel presidio della Protezione civile in Piazza della Costituzione.

Oggi in via straordinaria gli ecocentri dell’area pratese rimarranno aperti tutto il giorno, mentre domani sarà prolungato il normale orario di apertura dei Centri di raccolta di Quarrata e Montemurlo anche in orario pomeridiano. Nel dettaglio, ecco giorni e orari degli ecocentri che nel fine settimana subiranno incrementi: Montemurlo (via Puccini) sabato e domenica 8-13 e 14-19; Montale (via Tobagi) sabato 8-13 e 14-19; Quarrata (via Bocca di Gora e Tinaia) sabato e domenica 8-13 e 14-19; Vaiano (via di Borgonuovo) sabato 8-13 e 14-19.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO