La Sinistra: “No a uno stadio vuoto a Firenze e Campi ha bisogno di scuole e case popolari”

2
450

In casa Fiorentina è caldo il dibattito sullo stadio. Nuovo impianto o restyling dell’Artemio Franchi. Su questo tema si esprimono così alcuni esponenti della sinistra, in particolare: Lorenzo Ballerini, Consigliere comunale Campi a Sinistra, Dmitrij Palagi, Antonella Bundu, Consigliere e Consigliera comunale Firenze (Sinistra Progetto Comune) Enrico Carpini, Consigliere Città Metropolitana Firenze (Territori Beni Comuni), Lorenzo Palandri, Francesco Gengaroli, Consiglieri del Quartiere 2 di Firenze (Sinistra Progetto Comune):

L’abbiamo già detto, ma vogliamo ripeterlo: la discussione nata attorno lo stadio non è politica, magari lo fosse.

Il problema è un altro.

Il Partito Democratico, pur amministrando la Regione, la Città Metropolitana, il Comune di Firenze, il Comune di Campi Bisenzio e il Quartiere 2, non condivide alcuna prospettiva sullo sviluppo del territorio.

Mentre Firenze rischia fra pochi anni di ritrovarsi in città uno stadio abbandonato e senza futuro, come è successo a Roma con lo stadio Flaminio, a Campi, in una Piana già satura di inquinamento, si rischia di ritrovarsi l’ennesima attrazione a funzione esclusivamente commerciale.

Mentre nel capoluogo si rischia di perdere la grande occasione di riqualificare un’area e immaginare il futuro di Campo di Marte, a Campi si resta in attesa di scuole e servizi utili alla popolazione: si rischiano di perdere altri 38 ettari di terreno agricolo, che verrà cementificato.

Se da una parte rimane ferma la nostra contrarietà all’ampliamento dell’aeroporto di Peretola, opera inutile e dannosa, dall’altra registriamo che sul progetto stadio manca appunto quella visione d’insieme necessaria per una politica del territorio che possa guardare davvero ai bisogni reali delle persone.

Di Parco della Piana e di sviluppo del polo scientifico non sentiamo mai parlare… proprio in una fase in cui di ambiente e ricerca avremmo molto bisogno.

Firenze non ha bisogno di ritrovarsi uno stadio vuoto e un quartiere senza la propria principale funzione, Campi ha invece bisogno di scuole, case popolari e di una casa della salute”.

2 COMMENTI

  1. concordo su quanto detto da voi Campi e tutta la piana stanno costruendo case che il conseguente arrivo di nuovi abitanti Abitanti che non troveranno i servizi da voi e dame scritti tante volte Ma non vi è piu sordo di chi non vuol sentire L’attuale politica è molto improvvisata non conosce le vere esigenze dei cittadini
    Franchi è stato Occhetto che lo ha fatto monumento in tutta fretta per motivi di non fare altri interventi Prima 90 milioni di lire arrivati a 130 milioni con abbattimento pista Acquisizione stadio militare che non serve all’atletica per mancanza di strutture di appoggio Avete mai visto gare a livello professionistico?? IMPROVVISATI

  2. A Campi ci sono tanti campi quindi possono fare entrambe le cose…quindi avanti tutta e stadio a Campi forza Commisso siamo con te!

LASCIA UN COMMENTO