Musica, danza, teatro, fotografia, eventi: dieci anni di Art Music Academy

1
704
Bonciani

2009-2019: l’Art Music Academy di Sesto Fiorentino compie dieci anni di attività. Tanti auguri. Traguardo importante per uno spazio polivalente sempre più punto di riferimento della nostra città.

L’AMA (questo l’acronimo), in via XI Febbraio 10, organizza corsi di musica, danza, lingua, fotografia, eventi, attività di gruppo, seminari, workshop. L’obiettivo è creare artisti, dai più piccoli ai più grandi.

Tuttosesto.net ha intervistato in esclusiva Matteo Bonciani, Vocal Coach e direttore artistico dell’Art Music Academy.

Com’è nata l’idea dell’Art Music Academy?
Prima di aprire l’accademia, ho insegnato in altre scuole. Il sogno era mettere in un unico contenitore tutte le arti. Ho, quindi, pensato a una struttura polivalente. Volevo un ambiente adatto per insegnare, per me la didattica è fondamentale. Grazie all’aiuto di altri insegnanti è nata l’Art Music Academy con una parte dedicata alla musica (canto, pianoforte, tastiere, chitarra, violino, basso, tromba, batteria) e l’altra dedicata alla danza (hip-hop, break dance, house, gioco danza per i più piccoli, danza moderna contemporanea e danza adulti) e al musical. In passato abbiamo organizzato anche corsi di teatro. A proposito del musical vorrei sottolineare la collaborazione, che dura da tre anni, con Graziano Galatone che interpreta Febo nel Notre-Dame de Paris di Cocciante. Abbiamo anche una sala prova, una sala registrazione con annessa regia e una sala posa. Nell’auditorium, dove si svolgono i corsi di danza e musical, organizziamo anche eventi come concerti e seminari di ogni genere oltre a feste private. Il 20 ottobre avremo un seminario molto importante con il docente di canto Albert Hera, esperto nelle Circle Song. Negli anni sono venuti tanti altri artisti come, ad esempio, Elisabeth Howard, docente di canto straordinaria vocal coach ai Grammy per il suo metodo, oltre che insegnante di Sting, il maestro Bob Stoloff e la stupefacente jazzista Sheila Jordan. Ma non finisce qui: all’interno dell’Art Music Academy vivono altre realtà. Abbiamo la SaràBanda, una delle orchestre giovanili di Sesto più importanti, il mio coro Gospel, ‘For Joy Contemporary Gospel Choir’ diretto da Marco Befani, il coro V.B.T diretto da Alessandro Gerini e da quest’anno anche il logopedista, inoltre abbiamo introdotto il metodo Gordon per la musica dai 36 mesi in su. Dai 36 mesi ai cent’anni qualcosa trovi da fare, qui non ci si annoia (ride, ndr). Abbiamo anche un bellissimo corso di biodanza che sta riscuotendo un grande successo. Chi ha bisogno di uno spazio artistico-culturale, qui può trovarlo. La prima lezione di prova è gratuita e se non trovi niente che ti appassiona puoi anche solamente venire da noi e leggere un buon libro nel nostro angolo di scambio libro”.

Art Music Academy - Sesto

Parliamo degli insegnanti. Il loro ruolo è fondamentale all’Art Music Academy.
“Per me è importante che gli insegnanti siano formati didatticamente. I docenti di danza, per esempio, sono diplomati all’Opus Ballet. Ci sono: quattro insegnanti di danza, tre di chitarra, tre di canto, uno di violino, uno di tastiera, uno di pianoforte, uno di batteria, uno di basso, uno di tromba“.

Qual è lo strumento che va per la maggiore?
Il canto, da considerarsi strumento, poi chitarra e tastiera. Nel mio corso di canto i miei allievi vanno dai quindici ai sessanta anni. Ci sono due tipi di cantanti all’Art Music Academy: c’è chi canta per terapia e chi ha intenzioni più serie, i talent show hanno fatto aumentare nella popolazione la voglia di cantare. Noi insegniamo che non si diventa cantanti attraverso i talent, ma attraverso il lavoro in aula e incontrando il pubblico a cominciare dai piccoli locali fino ai grandi palcoscenici. Invitiamo i ragazzi anche alla scrittura e all’apprendimento dello strumento. Tra i nostri insegnanti c’è infatti Marco Carnesecchi, docente di chitarra, che insegna scrittura creativa e arrangiamento fino alla costruzione del pezzo”.

Art Music Academy - Sesto

Quali sono i vip che hanno frequentato l’Art Music Academy?
Graziano Galatone, da trent’anni protagonista nel ‘Notre-Dame de Paris’ di Riccardo Cocciante e adesso alla trasmissione ‘Mezzogiorno in famiglia’, alcuni docenti Gospel provenienti dagli Stati Uniti, una big band di artisti professionisti che lavora per la Rai e per orchestre europee il cui leader è Vincenzo Genovese, adesso in tour con gli Stadio. Il nostro insegnante di batteria Dado Pecchioli è il batterista di Alessandra Amoroso, Federico Sagona è stato il tastierista dei Litfiba, di Noemi, ha lavorato con Gianni Morandi e Marco Carnesecchi collabora con tutti i più grandi artisti internazionali. Ha fatto un disco per Anna Oxa e anche lui ha lavorato per Morandi“.

Scuola di danza Art Music Academy

La nostra scuola è differente…PROVARE PER CREDERE!!!PRIMA LEZIONE DI PROVA E GRATUITA- GIOCODANZA- DANZA MODERNA E CONTEMPORANEA- DANZA ADULTI- HIP HOP (popping)- HOUSE- BREAKDANCEwww.artmusicacademy.itinfo@artmusicacademy.it0554254903

Publiée par Art Music Academy sur Dimanche 22 septembre 2019

Facciamo un passo indietro: chi è Matteo Bonciani? Descriviti un po’.
Un pazzo (ride, ndr). Dieci anni fa ho scommesso contro tutto e tutti perché ho aperto l’Art Music Academy ai tempi della crisi economica. Ho preso in affitto il fondo che era completamente da ristrutturare e, attraverso i miei soli sforzi, ho messo su questa struttura, non sapendo nemmeno a cosa andassi incontro. Non è facile riempire e gestire un ambiente da 440 metri quadrati. Con il tempo i numeri sono cresciuti. Adesso abbiamo molti allievi di ogni età e da tre anni è iniziata una bella collaborazione con il Comune di Sesto che ci ha visto impegnati ad animare molti eventi nella città. Sono stato un pazzo perché mi sono caricato tutto sulle mie spalle. L’ambiente piace, è bello ed accogliente. Io sono un appassionato e un sognatore, ho cercato di mettere insieme tutte le arti in un posto solo e oltre a gestirlo e insegnare continuo il mio lavoro di cantante“.

Sei cantante. C’è un modello a cui ti ispiri?
Sono un performer, spazio tra vari stili. Ho avuto negli anni, numerose collaborazioni come interprete. Quello a cui assomiglio di più, anche a livello di spettacolo, è Frank Sinatra svolgendo nelle mie serate il ruolo del Crooner. Dovendo citare qualcuno di più attuale, dico Michael Bublè. Spesso sono stato chiamato per spettacoli interamente dedicati allo swing di Bublè o Sinatra. Ma da molti anni mi dedico al Gospel, è stata una vera e propria scelta di vita artistica, io sono nato cantando in chiesa, quindi per me il canto è stato qualcosa di naturale. Venticinque anni fa nacque il mio primo coro gospel che nel frattempo ha cambiato formazioni stile e nome. L’attuale coro, il ‘For Joy Contemporary Gospel Choir’, è ormai affermato a livello nazionale. Recentemente siamo arrivati nella finale di Emergenza Festival aggiudicandoci un premio discografico e abbiamo partecipato a ‘Liberi Tutti’ in piazza Vittorio Veneto. Nei nostri concerti la nostra idea di Gospel è quella di immergere totalmente il nostro pubblico in un vortice di emozioni. Direi che questo è attualmente il mio più importante progetto musicale”.

Lancia un appello a chi vorrebbe provare ad entrare nel mondo della musica e dello spettacolo.
Con il divertimento, la passione e il metodo si riesce a imparare tanto. Trasmettiamo alle persone la nostra passione che poi viene trasferita sul palco. I miei allievi sono veri e propri artisti. Insegnare è una vocazione, oltre ad un lavoro. Sei non hai questa vocazione, non potrai trasmettere niente alle persone“.

STEFANO NICCOLI

 

1 COMMENTO

  1. Complimenti al “sognatore” Matteo! Ha realizzato un progetto dove tutti possono respirare arte, passione e professionalità. Art Music Academy è la scuola dove poter continuare a sognare!

LASCIA UN COMMENTO