Nuova strada a Sesto: nasce via Nilde Iotti

0
611
Falchi-via Nilde Iotti
Foto: TuttoSesto

Cambia la viabilità a Sesto Fiorentino. Nella mattinata di sabato 20 novembre il parcheggio della scuola Giovanni Pascoli ha ospitato la cerimonia d’inaugurazione di via Nilde Iotti, la strada che collega via Gramsci con via Fratelli Rosselli a Quinto Alto. Allo svelamento della targa hanno partecipato il sindaco Lorenzo Falchi, il presidente di Publiacqua Lorenzo Perra, la consigliera comunale delegata per le Pari Opportunità Irene Falchini e il presidente dell’Istituto Gramsci Annalisa Tonarelli.

Viabilità Gramsci-Rosselli

Comunista, eletta nel 1946 deputata dell’Assemblea Costituente dove fu membro della Commissione dei 75, Nilde Iotti è stata la prima donna a ricoprire la carica di Presidente della Camera, dal 1979 al 1992.

Abbiamo pensato, con la Giunta insieme alla Consulta delle Donne sulla scorta di un ordine del giorno che fu approvato nello scorso Consiglio comunale, di intitolare la strada a una donna importante della storia repubblicana – ha detto il sindaco Lorenzo Falchi -. Abbiamo voluto non solo riconoscere una figura di assoluto rilievo nel panorama politico e civile del nostro Paese, ma abbiamo scelto anche di rivolgere l’intitolazione a una donna. La Consulta delle Donne ci fece notare che ci sono poche vie a Sesto Fiorentino intitolate a donne. Come se la storia del nostro territorio fosse stato costruito solo dagli uomini. E’ una zavorra che ci portiamo dietro e con cui dobbiamo fare i conti e con la quale i conti non si concludono con l’intitolazione di una strada”.

Il primo cittadino ha ricordato anche l’accordo tra Comune di Sesto Fiorentino e Publiacqua per la realizzazione della strada appena inaugurata: “La strada rientrava in un vecchio accordo legato a un progetto ancora più ampio, il collegamento dell’autostrada delle acque con la parte alta di Sesto che ci consentirà, a lavori ultimati, di mettere in sicurezza tutto il servizio idrico della città“.

Questo intervento è parte di un lavoro assai più ampio di potenziamento dell’acquedotto a Sesto – ha ricordato il presidente di Publiacqua Lorenzo PerraL’appalto è stato da poco assegnato e in 600 giorni dall’avvio contiamo di ultimare il progetto. È uno degli ambiti di intervento della nostra azienda che solo nel 2021 ha investito 107 milioni di euro per migliorare la rete nei 45 comuni serviti e per realizzare opere per la depurazione”.
L’odonomastica è il filtro attraverso il quale leggere un territorio – ha sottolineato la consigliera Irene FalchiniScegliere determinate persone e determinati eventi è indicativo dei valori a cui la nostra comunità si ispira. A Sesto questo è particolarmente evidente, anche se purtroppo ancora la presenza delle donne è minoritaria. La scelta di intitolare a Nilde Iotti questa nuova strada ci riempie di soddisfazione perché costituisce un passo in avanti nel giusto riconoscimento del ruolo della donna nella storia recente del nostro Paese e un motivo di impegno per proseguire questo cammino”.
  • Questa Repubblica si può salvare. Ma, per questo, deve diventare la Repubblica della Costituzione” (Nilde Iotti).

STEFANO NICCOLI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO