Trasporto aereo: incontro tra sindacati e Regione Toscana

0
47
Aeroporto Firenze

In data 1 Febbraio 2021 si è svolto l’incontro tra OO.SS e l’Assessorato ai Trasporti della Regione Toscana sulla grave crisi del trasporto aereo che coinvolge migliaia di lavoratori impiegati negli aeroporti sia come dipendenti diretti delle società di gestione e di handling aeroportuale, delle compagnie aeree, degli appalti aeroportuali del noleggio e dei servizi tutti collegati al Galilei ed all’Amerigo Vespucci.

Le Organizzazioni Sindacali hanno evidenziato come tale incontro dovesse avere come obiettivo l’impegno della Regione Toscana nella gestione di questa situazione senza precedenti e assolutamente inaspettata.

In particolare abbiamo segnalato le criticità che più ci preoccupano e per cui abbiamo chiesto l’aiuto della istituzioni regionali :

  • la prossima scadenza delle CIGS della maggior parte delle aziende che operano nell’ambito aeroportuale e degli ammortizzatori sociali a vario titolo aperti per il lavoratori dell’indotto;
  • gli strumenti ad oggi disponibili potrebbero essere non efficaci per il mantenimento dei posti di lavoro visto anche il prossimo probabile sblocco dei licenziamenti;
  • la profonda incertezza sul quando e soprattutto sul come il settore ripartirà;
  • il clima di profonda preoccupazione e paura dei lavoratori che operano negli scali di Pisa e Firenze;
  • questo settore, estremamente privatizzato, negli anni ha prodotto utili a favore dei privati cheoperano su infrastrutture pubbliche;
  • la presenza di contratti di lavoro particolari (part time verticali) che vedono lavoratori che ad oggi,per i mesi di sospensione, non hanno percepito alcun tipo di reddito;
  • la totale indisponibilità delle aziende a trovare soluzioni necessarie per il presente ed il futuro dei lavoratori.Tutto quanto sopra definisce uno scenario estremamente critico che, a nostro parere, ha bisogno di un intervento concreto e deciso anche da parte della Regione, per evitare che si arrivi a dover affrontare le decine di vertenze aperte senza gli adeguati strumenti di gestione e, soprattutto, senza una idea chiara sulle prospettive possibili.Abbiamo quindi sollecitato la Regione Toscana a istituire i confronti necessari, a vigilare sulla immediata realizzazione delle infrastrutture necessarie da parte della società Aeroporti Toscana sia nello scalo di Firenze che quello di Pisa ed a trovare delle soluzioni partendo dalla convinzione che il settore ripartirà e che noi tutti abbiamo l’obbligo di far si che alla ripartenza ci siano le condizioni ottimali perché questa sia efficace.

    La Regione Toscana, nelle figure dell’Assessore alla Mobilità ed alle Infrastrutture e delle Responsabili della II e IV Commissione, si è resa disponibile a promuovere l’avvio di un confronto che, oltre agli organismi regionali che rappresentano, sia allargata anche all’Assessore dello Sviluppo Economico e delle Attività Produttive, all’Assessore al Lavoro e possibilmente coordinato dal Presidente della Regione.

    Filt Cgil
    Fit Cisl
    Uitl

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO