Variante Ginori, Zambini (Pd): “Sconcertato dalle parole di Sinistra Italiana e Per Sesto”

0
443
Lorenzo Zambini Pd Sesto fiorentino

Si fa sempre più incandescente il dibattito sulla variante dell’area Ginori, adottata dal Consiglio comunale con il no dei partiti di minoranza. L’atto prevede la realizzazione del supermercato al posto di quello del Neto e non solo.

Sinistra Italiana e Per Sesto, le due forze di maggioranza, hanno risposto duramente alle opposizioni, in particolar modo al Partito Democratico. Non si è fatta attendere la controreplica dei dem. Questo il post pubblicato su Facebook dal capogruppo Lorenzo Zambini:

Le forze di maggioranza Sinistra Italiana e Per Sesto continuano a ripetere come un mantra che si parla solo dello spostamento di poche centinaia di metri della Coop del Neto. Paragonano la Coop del Neto (che ha una superficie complessiva di 2500 mq) a una variante che prevede un intervento di nuova edificazione di 10.000 mq con destinazione prevalentemente commerciale. Insomma, il quadruplo di mq. Noi siamo preoccupati delle conseguenze che questo può causare sul centro cittadino e non solo.

Rimango sconcertato dalle dichiarazioni di Sinistra Italiana e di Per Sesto, accusano di “populismo” tutte le forze politiche che non la pensano come loro e strumentalizzano la vicenda Ginori e i suoi lavoratori in maniera cinica pur di evitare di ragionare sul merito della questione“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO