11 ottobre 1896 – Nasce la società Richard-Ginori

0
228
Sesto com'era

SESTO GIORNO PER GIORNO

11 ottobre 1896 – Nasce la società Richard-Ginori

Quando nel 1837 il Marchese Lorenzo Ginori ereditò dal padre Leopoldo Carlo la guida della Manifattura, impose un drastico cambiamento del piano industriale.

Coadiuvato dal direttore della fabbrica, Paolo Lorenzini, ridusse la produzione di ceramiche di pregio per aumentare quella di oggetti destinati ad un uso quotidiano. Per raggiungere l’obiettivo si munì di attrezzature adeguate alle nuove esigenze e raddoppiò le maestranze.

Fu il periodo di maggior lustro della Manifattura. La crescita fu così importante che nel 1867 Lorenzo Ginori fu insignito della Legion d’onore.

Con la morte del Marchese (1878) e poi con quella di Lorenzini (1991) terminò il periodo d’oro. Sia il Marchese Carlo che i nuovi direttori non dimostrarono spiccate capacità imprenditoriali e così arrivò, inevitabile, la decisione di vendere l’azienda.

Ad acquistarla fu Augusto Richard che ottenne anche il diritto di aggiungere alla sua ragione sociale il nome Ginori e così l’11 ottobre 1896 nacque la Richard-Ginori.

Una volta tanto ad una bella storia ne seguiva un’altra altrettanto bella. I Richard infatti, negli anni della loro guida, introdussero ulteriori e necessari ammodernamenti e si avvalsero dell’opera di importanti designer come ad esempio Gio Ponti. La gloriosa storia della Richard-Ginori si interruppe nel 1970 quando la società diventò una controllata del gruppo Sindona. Da allora alla guida dell’azienda si sono alternati numerosi imprenditori, da Ligresti a Pagnossin, da Bormioli a Villa fino al fallimento del 2013 e la riapertura dello stabilimento nello stesso anno con il marchio Gucci.

TUTTOSESTO

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO