Aeroporto, Carrai: “La VIA? Pensiamo che arriverà prima di febbraio”

0
73
Foto di: Huffington Post

Sempre più hi-tech gli aeroporti di Firenze e Pisa, dopo il consolidamento dell’infrastruttura Ict da parte di Toscana Aeroporti. La società – scrive La Nazione – ha affidato tramite gara a Hpe e TT Tecnosistemi l’ottimizzazione dei data center dei due scali, che sono stati rinnovati, consentendo un risparmio in costi di gestione ed energia. Resta però il problema vero dell’aeroporto.

Decenni di discussioni sulla nuova pista dello scalo fiorentino. E non sono finite: qualche settimana fa la manifestazione degli industriali fiorentini a sostegno della nuova pista e il no dei sindaci della Piana. Come si risolve, se si può risolvere, questa impasse? “Si supera – risponde il presidente di Toscana Areoporti, Marco Carraicon un approccio fondato su tanto lavoro, serietà, ascolto e trasparenza. Siamo sempre stati fiduciosi sul positivo esito della procedura di Via perchè abbiamo prodotto una quantità e qualità di studi certificati da enti terzi che mai era stata fatta in Italia per un aeroporto. Siamo sempre stati attenti alle richieste di integrazioni degli studi affinchè non ci sia alcun dubbio”.

La Via basterà? “L’ottenimento della Via rappresenta indubbiamente un tassello fondamentale del progetto cui dovrà seguire la convocazione della Conferenza dei servizi al termine della quale potranno iniziare i lavori di realizzazione della nuova pista dell’aeroporto di Firenze per i quali stimiamo di impiegare circa 18-24 mesi. Noi pensiamo che la Via arriverà prima di febbraio perché siamo fiduciosi nel valore della legge che dà termini precisi e che scadono molto prima di febbraio”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO