Campi, la Lega contro la Festa del Sacrificio: “Manifestazione contraria al nostro stile di vita”

4
3203

Dal 21 al 25 agosto il parco di Villa Montalvo a Campi Bisenzio ospiterà la Festa del Sacrificio delle comunità islamiche, durante la quale saranno rievocate le gesta di Abramo.

L’iniziativa non è andata giù a Claudia Camilletti e Vanessa Fiaschi, rispettivamente capogruppo e responsabile cittadina della Lega di Campi Bisenzio, che si sono espresse così:

“La festa islamica del sacrificio prevede “la macellazione rituale” senza il preventivo stordimento dell’animale. Nel caso tale pratica venisse messa in atto anche oggi presso la nostra Villa Montalvo saremmo davanti ad un barbaro sacrificio ed ad una cruenta manifestazione contraria al nostro stile di vita ed orrenda per la nostra comunità. Una totale mancanza di sensibilità e sofferenze inusuali ed ingiustificabili per gli animali.  Ci aspettavamo di vedere furente grida di indignazione dagli ambientalisti di sinistra. Ma quando si tratta di Islam tutto tace. In questi ultimi anni sono state fatte battaglie a livello nazionale per togliere i crocifissi dai luoghi pubblichi andando così a ledere le nostre tradizioni; allora perché a loro dovrebbe essere consentita una tale barbara consuetudine?

Di seguito, invece, le parole di Alessandro Scipioni e Filippo La Grassa, rispettivamente segretario provinciale e della piana fiorentina della Lega: “L’incompatibilità e l’impossibilità di conciliare ciò che è inconciliabile, cioè la cultura illuminata dell’Europa cristiana e l’oscurantismo islamista è sempre più palese agli occhi del popolo. Noi certe cose a casa nostra non le vogliamo, non le tolleriamo e di determinati macrabri rituali ci siamo liberati da tempo. Non possiamo permettere al buonismo dei radical chic di sinistra di farci accettare visioni che fanno rimpiangere il teocentrismo del nostro medioevo“.

4 COMMENTI

  1. ma fatela finita buttateli fuori e chiamatemi pure razzista non me ne frega un bastaaaa fare da padroni in casa nostra tornino al loro paese

  2. Buona giornata.
    Vorrei solamente evidenziare alcuni punti a mio avviso non corretti:
    – l’ambientalismo non è una prerogativa di una parte politica ma un valore che appartiene alla società (probabilmente la parte più sensibile al bene comune)
    – lo sgozzamento di un animale indifeso avviene ogni minuto in tutti i nostri lindi macelli con stordimento fatto in modo molto frettolosi (prego visitare qualche splendido mattatoio vicino casa)
    – per fermare queste barbarie serve una alzata in piedi della civiltà e quindi tutti insieme, ogni colore, senza toni polemici.
    Finirà.
    La strage degli innocenti finirà.
    Ogni macello chiuderà e resteranno le mura a ricordarci che Auschwitz non ha chiuso il 27 gennaio 1945, ma molto dopo.

  3. Essere soggetti a una religione o a un’altra non mi sembra da persone :illuminate’

  4. “cultura illuminata dell’Europa cristiana”???? Ma se fino al 1945 in Europa ci si massacrava senza pause? Quali sarebbero le radici europee alle quali si riferiscono lor signore della Lega? Quelle che tengono in ostaggio minorenni su una nave militare italiana per usarli per scopi politici?

LASCIA UN COMMENTO