Linea 57, Madau (SI Sesto): “La sinistra risponde con scelte di governo chiare”

0
87
TuttoSesto

La partenza, da sabato 3 novembre, della linea 57 dell’Ataf è diventato un intenso argomento di dibattito nelle ultime ore. Non potevano mancare, com’era lecito aspettarsi, i commenti. Dopo le parole del sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi, e del capogruppo del Partito Democratico, Lorenzo Zambini, ecco anche quello di Jacopo Madau, capogruppo di Sinistra Italiana Sesto Fiorentino:

Con l’entrata in esercizio del nuovo percorso del 57, finalmente torna il collegamento con Querceto e Colonnata, sette anni dopo la soppressione del 18 causata dai tagli del Governo Berlusconi. L’ottimo lavoro dell’amministrazione ha permesso non solo di riportare il bus nella parte nord di Sesto, ma di collegarla con ben tre poli universitari e con la linea tranviaria, offrendo una reale alternativa agli spostamenti privati. Questo è un grande passo in avanti verso il sistema di spostamento intermodale che avevamo promesso in campagna elettorale, impegno che stiamo portando avanti anche grazie agli importanti interventi sulla mobilità dolce fatti in città.

Questo importante risultato è frutto di un’intesa con il Comune di Calenzano, la Città Metropolitana e la Regione volta a costruire una mobilità pensata per la Piana e non solo a vantaggio di singole città. Dopo anni di discussioni e promesse, la sinistra risponde con scelte di governo chiare ad una domanda pressante dei cittadini, anticipando l’avvio delle nuove linee rispetto alla iniziale previsione di attendere l’entrata in esercizio della linea 2 del tram che sarebbe avvenuta soltanto tra alcuni mesi”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO