Strada ex Cavet, Pd Sesto: “Suonata la sveglia a assessore Kapo. Si realizzi ciò che è stato annunciato”

0
215
TuttoSesto

Sulla questione strada ex cantiere Cavet, che unisce via Giusti con via Donizetti, abbiamo svolto un’azione costante nei confronti dell’amministrazione comunale. Due interrogazioni nel giro di un anno e finalmente qualcosa si è mosso, ma ancora è troppo poco per una situazione inaccettabile” ha dichiarato il coordinatore del Circolo Pd di Quinto, Massimo Labanca.

“L’abbiamo ripetuto costantemente, questa strada è importante per la viabilità del quartiere e fondamentale è la necessità di renderla sicura, vista la vicinanza con la scuola Radice. È insostenibile l’assenza di marciapiedi, di segnaletica stradale, di illuminazione pubblica e di pulizia stradale periodica, non ci possono volere anni per capire che così non poteva più andare” ha continuato Labanca.

Dopo le risposte vaghe e generiche alle due interrogazioni che avevo portato all’attenzione dell’assessore Kapo finalmente è arrivato un segno di vita. L’assessore ha annunciato che tra il 28 settembre e il 1° ottobre verranno posizionate la segnaletica orizzontale e verticale nella strada e che verrà fatta la pulizia stradale ogni due settimane” ha commentato il consigliere comunale Pd Michele Adamo.

“Kapo ha informato che è in atto una perizia da parte degli uffici comunali per la realizzazione di un marciapiede lato scuola, di un impianto di pubblica illuminazione e anche per verificare la necessità di realizzare una rotatoria. Ci hanno messo un anno per mettere la segnaletica e organizzare un minimo di pulizia, adesso non è possibile aspettare un altro anno per vedere realizzato tutto il resto delle opere necessarie” ha continuato Adamo.

Grazie alla nostra azione in questi mesi il Comune si è visto costretto a emettere un’ordinanza per tutelarsi. Tanti cittadini ci hanno segnalato più volte le problematiche di questa strada. Da parte nostra continueremo a tenere alta l’attenzione, controlleremo che alle parole seguano i fatti e che le promesse vengano realizzate e realizzate bene, sempre nell’interesse dei sestesi” ha concluso Massimo Labanca.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO