A Calenzano il primo giardino inclusivo della Toscana

0
159
Prestini

Un’area verde inclusiva, con percorsi di accesso, arredi ed attrezzature ludiche completamente accessibili. Sarà realizzata dal Comune di Calenzano, in collaborazione con l’associazione Vorrei Prendere il Treno, grazie ad un protocollo di intesa firmato nella mattinata di martedì 2 novembre. È il primo giardino di questo genere in Toscana.

Sorgerà nell’area verde di via Don Minzoni, che verrà riqualificata, scelta dall’Amministrazione, in collaborazione con l’associazione, per la centralità, la facilità di accesso e la vicinanza alle scuole. L’obiettivo è di migliorare il benessere e l’accoglienza al fine di rendere questo giardino veramente inclusivo.

Quella che portiamo avanti in via Don Minzoni è una rivoluzione concettuale degli spazi verdi attrezzati – ha spiegato il sindaco di Calenzano Riccardo Prestini -. Non si tratta di sostituire un gioco o un arredo, ma piuttosto di riprogettare l’area, creando percorsi integrati che tutti possono utilizzare. Per noi è un progetto pilota, che vogliamo estendere ad altri giardini in fase di riprogettazione e in futuro al parco delle Carpugnane”.

L’opera sarà finanziata per il 70% dal Comune e per il 30% dall’associazione Vorrei Prendere il Treno. Dopo l’approvazione del progetto di fattibilità, a cura dell’associazione, l’Amministrazione si attiverà per la progettazione definitiva ed esecutiva e per la ricerca dei finanziamenti necessari.

“Le barriere architettoniche sono un elemento diviso, al pari di quelle culturali – ha commentato il Presidente dell’associazione Vorrei Prendere il Treno Carlo Tempesti -. Per abbatterle occorrono risorse e comunicazione. Noi iniziamo da questo parco modello, che avrà un richiamo sovracomunale, con l’obiettivo di fare da apripista a tanti progetti simili. Abbiamo scelto Calenzano per la sensibilità dell’Amministrazione su questi temi e perché si tratta di un’area centrale nella piana fiorentina”.

L’associazione Vorrei Prendere il Treno ha già incaricato un tecnico e un’architetta paesaggista per il progetto di fattibilità. L’area interessata sarà quella nei pressi della strada, dove adesso ci sono i giochi, che verrà completamente ripensata, con nuovi accessi, attrezzature, cartellonistica, piantumazioni e percorsi tattili.

Comune di Calenzano

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO