Chini: “Infrastrutture, qualità della vita e sicurezza. La mia ricetta per Capalle”

0
313

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa con le dichiarazioni di Adriano Chini su Capalle, dove il candidato sindaco per Campi Bisenzio era presenta nella serata di venerdì 18 maggio al Circolo Il Risorgimento insieme ai candidati consiglieri di “FareCittà” Daniele Matteini e Teresa “Ivana” Fiorita:

È la terza volta che presento il progetto della bretella di Capalle e della Circonvallazione Ovest: la prima volta a novembre 2012, la seconda qualche mese fa e questa sera – dice Adriano Chini -. Da allora l’amministrazione Fossi è rimasta ferma, mentre questa è una realizzazione imprescindibile per la qualità della vita di chi abita qui. L’accordo per la bretella risale a maggio 2013 e l’opera è interamente finanziata dai privati che operano lì. La Snam aveva fatto arrivare un preventivo per lo spostamento del gasdotto all’amministrazione attuale, la quale lo ha lasciato decadere senza fare nulla. Se avessero agito nei tempi opportuni, adesso la strada ci sarebbe già e invece siamo ancora al palo. Per quanto concerne il raddoppio di via Barberinese fino all’Indicatore, l’intervento è completamente finanziato dalla Regione Toscana: i costi per il Comune sono di 550mila euro, che comprendono la progettazione e gli espropri dei terreni. Al momento siamo ancora in fase preliminare, come quattro anni fa e questo la dice lunga sull’immobilismo di questa giunta“.

“Sono uno di voi e da qualche anno mi impegno in politica – si è presentato Matteini -. La sicurezza idraulica è fondamentale per Capalle e solo Adriano Chini, che per me rappresenta un esempio, se ne è occupato concretamente. Se saremo eletti, puntiamo alla realizzazione di 3 nuovi parcheggi: davanti al cimitero, nella zona adiacente l’area cani e davanti al Circolo in via Confini. Inoltre puntiamo a realizzare un’area verde tra la Misericordia e il camposanto di Capalle: c’è già il progetto e l’accordo con la stessa Misericordia. Il parco Life – Intergreen costituirà un biglietto da visita, un ingresso prestigioso per Capalle“.

Sono una neofita della politica, ma, quando mi è stato chiesto di impegnarmi, mi sono messa a disposizione con entusiasmo – ha detto Fiorita -. Qui c’è sempre stato un forte senso di appartenenza e voglia di stare insieme, ma negli ultimi anni è maturato un diffuso disinteresse per questo aspetto: dobbiamo recuperare il senso di comunità. Il nostro obiettivo è di avere salute e serenità. Se il nuovo aeroporto rappresenta il progresso, allora il futuro che lasceremo ai nostri figli sarà fatto di inquinamento. Un altro elemento fondamentale è la sicurezza: lo spaccio di droga nei parchi di Capalle non può più essere tollerato. Per questo abbiamo programmato: la vigilanza della polizia locale su tutte le 24 ore; un contratto con una società privata di sorveglianza a supporto dei vigili; un miglioramento dell’illuminazione di parchi e giardini, che verrà finanziato dall’Unione Europea. Emiliano Fossi ha dimostrato di non avere le capacità per fare il sindaco e ritengo invece che Adriano Chini sia l’uomo giusto per fare del bene a Campi e a Capalle“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO