Farmacie Comunali, destra sestese: “Uno spettacolo avvilente”

0
724
Farmacia Comunale 1
TuttoSesto

Sono sempre le Farmacie Comunali a tenere banco nella politica sestese. Dopo la conferma di Elena Campostrini come Amministratrice Unica, il comunicato del Partito Democratico e le successive repliche degli altri gruppi di maggioranza e di Italia Viva, ecco ora la presa si posizione della destra che esce con un comunicato unico a firma Daniele Brunori, capogruppo Lega, Stefano Mengato, capogruppo FDI, Marco Allegrozzi, coordinatore comunale FI, e Manola Aiazzi, coordinatrice PTE.

“Uno spettacolo avvilente, sulle spalle dei cittadini.

Difficile definire altrimenti la diatriba in seno alla maggioranza sulla questione farmacie.

Del resto, le prime avvisaglie di una frattura tra Pd e falchiani (più o meno d.o.c.) si era già registrata in occasione del consiglio del 28/3, quando vi fu la spaccatura sull’emendamento Lega riguardante l’invio delle armi in Ucraina.

Adesso l’elettoralistica accozzaglia che governa la nostra città litiga per la poltrona al vertice dell’Azienda Farmacia e Servizi, principale partecipata del Comune di Sesto Fiorentino.

Da una parte i falchiani difendono l’indifendibile: una azienda che ha perso così tanto negli ultimi anni è naturale che cambi i propri vertici.

Dall’altra, un PD che ha a cuore a fasi alterne i destini delle farmacie comunali: nel quinquennio di opposizione ne critica gestione ed operato, poi tutto si acquieta con le elezioni e adesso di nuovo all’attacco; c’è di che avere cattivi pensieri.

Da parte nostra, avevamo già fatto suonare un campanello di allarme mesi fa, allorquando affrontando una prima ed interlocutoria seduta della commissione di vigilanza e controllo (il cui presidente è Daniele Brunori, capogruppo della Lega), erano già emerse forti criticità concernenti i bilanci e la conduzione di AFS, nonostante la congiuntura favorevole che aveva portato i competitorsa consistenti aumenti di fatturato.

E sarà proprio tramite una nuova convocazione della VI commissione che intendiamo indagare e approfondire tutte le nostre perplessità che sono quelle dei nostri concittadini.

Le farmacie sono, infatti, ben più di una semplice partecipata comunale per i sestesi: sono un patrimonio economico e affettivo, sono garanzia di servizi e punto di riferimento per il cittadino.

Ragioni per cui è nostra intenzione offrire fino in fondo il nostro contributo per far luce su ciò che ha minato bilanci e servizi in questi anni, consci del valore che questa azienda ha per i sestesi.

Non è accettabile che si possa voler dare continuità ad una gestione fallimentare né tantomeno è ammissibile che alcuni partiti ne facciano soltanto questione di potere e poltrone.

Il centrodestra sarà in prima linea per difendere gli interessi dei sestesi”.

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO