Finalmente riapre il Cinema Grotta, intervista a Marco Conti: “Segnale di speranza”

0
885
Marco-Conti

Il Covid-19 ci ha tolto (quasi) tutto. La vita sociale, le feste, i compleanni, le partite allo stadio, gli aperitivi. E i cinema, riaperti nella data, ormai diventata simbolica, di lunedì 26 aprile 2021. Il primo in Italia è stato il Beltrade a Milano. Alle 6 del mattino proiezione di “Caro Diario“, film del 1993 scritto, diretto e interpreto da Nanni Moretti. E’ il ritorno a una parvenza di normalità, anche se le mascherine restano obbligatorie in sala. Inoltre è vietata la vendita di bevande e pop corn.

Gli esercenti rivedono la luce in fondo al tunnel. Su la saracinesca. Come quella del Cinema Grotta di Sesto Fiorentino. In vista della ripartenza abbiamo intervistato Marco Conti, titolare del noto multisala di via Gramsci.

Riapriremo oggi, giovedì 29 aprile. E’ una ripartenza importante. In programma ci sono tre film di qualità: ‘Nomadland’ che ha vinto l’Oscar 2021, ‘Minari’ e ‘Mank’. Il problema di adesso è far ripartire il mercato del cinema. A causa del coprifuoco gli spettacoli dovranno terminare prima delle 22. A tal proposito per giovedì 29 e venerdì 30 aprile ho programmato gli spettacoli delle 19.30 e delle 19.45. L’orario potrebbe limitare i clienti, ma penso ci sia tanta voglia di tornare al cinema e, in generale, alla normalità. E’ giusto aprire, soprattutto per dare un segnale di speranza. Siamo chiusi dal 26 ottobre 2020 e a settembre il lavoro è stato ridotto“.

Cinema-Grotta

Come pensi che sarà la ripartenza?
Quella del mercato dei cinema sarà una ripartenza lenta. Speriamo di arrivare a pieno regime a fine agosto. Il periodo primaverile-estivo sarà di rodaggio, specialmente i mesi di maggio e giugno. I grandi distributori che devono inserire i propri film sul mercato hanno un po’ di timore. In questo momento ci sono pochi film, ma fortunatamente di qualità. ‘Nomadland’ ha vinto gli Oscar come miglior regia, miglior film e migliore attrice non protagonista; ‘Mank’ di David Fincher, in bianco e nero, segue la vita dello sceneggiatore di ‘Quarto Potere’, Herman Mankiewicz, interpretato da Gary Oldman; anche ‘Minari’, infine, è stato candidato agli Oscar. Sono film belli e appassionanti, è l’occasione giusta per andare al cinema. Nei prossimi mesi, poi, usciranno le pellicole commerciali come Fast & Furious a luglio e Maverick ad agosto”.

Come ti sei organizzato con le normative anti Covid?
E’ obbligatorio indossare la mascherina durante la proiezione del film e mantenere il distanziamento, ad eccezione dei congiunti e dei nuclei familiari. Sono disponibili solo posti numerati come previsto dal decreto per le riaperture. C’è la possibilità di prenotare online il biglietto sul nostro sito, anche se non è obbligatorio. Il bar è chiuso, così come il ristorante-pizzeria perché lo spazio all’aperto è legato al periodo estivo quando apriremo l’Arena“.

Cinema-Grotta

A proposito di Arena: quando aprirà?
Normalmente apre intorno a metà giugno. Al momento c’è il vincolo del coprifuoco, ma può darsi che a giugno venga spostato alle 23 o a mezzanotte per essere tolto a luglio. Non ci resta che attendere le decisioni del governo. Se il coprifuoco dovesse essere mantenuto alle 22, non avrebbe senso aprire l’Arena Estiva”. 

Da un punto di vista economico, quanto ha inciso la pandemia sul Cinema Grotta?
Abbiamo chiuso il 2020 con il meno novanta per cento. In questi primi mesi del 2021 siamo a meno cento per cento, d’altronde siamo sempre stati chiusi. Abbiamo ottenuto dei ristori, ma non ci si può campare. Il cinema ha bisogno d’investimenti e di lavoro. I ristori possono tamponare un periodo negativo, ma non sono la soluzione definitiva. Bisogna riaprire a tutti i costi e per farlo è necessario tornare il più possibile alla normalità”.

STEFANO NICCOLI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO