Rifiuti, Quercioli (Insieme-Sesto Bene Comune) critica l’amministrazione di Sesto: “In due anni non ha fatto iniziare la raccolta differenziata porta a porta”

0
76
Maurizio-Quercioli
TuttoSesto

Stanno facendo discutere le proposte di legge presentate dalla consigliera regionale del Partito Democratico, Monia Monni, sull’economia circolare (LEGGI QUI). Su questo tema si esprime così Maurizio Quercioli, capogruppo della coalizione Insieme Cambiamo Sesto-Per Sesto Bene Comune:

In questi giorni, da più parti, si fa riferimento al valore positivo, alternativo e di prospettiva dell’economia circolare.

E’ apprezzabile che anche esponenti del PD vedano in essa un futuro di sviluppo, dopo anni di governo nazionale e locale in cui hanno sostenuto le politiche di sviluppo più tradizionali e retrive.

L’adesione all’economia circolare obbliga comunque non solo a enunciazioni, ma a scelte coraggiose e concrete, indirizzi chiari. Ad esempio sul tema dei rifiuti richiede atti concreti che modifichino totalmente la politica di questi anni.

Molti candidati sindaci alle prossime elezioni, si dichiarano ora contro l’inceneritore: è importante ma non è sufficiente: l’incenerimento dei rifiuti si elimina solo se si organizza da subito una vera raccolta differenziata porta a porta che riduca drasticamente la produzione dei rifiuti e il residuo indifferenziato. Contemporaneamente devono partire buone pratiche che favoriscano il riuso dei materiali e la gestione virtuosa degli scarti.

Per questo critichiamo la politica dell’Amministrazione di Sesto, che pure si è schierata contro l’inceneritore anche con ricorsi legali: perché in due anni ha fatto poco o niente sui temi delle buone pratiche, del riciclo e del riuso e soprattutto non è riuscita ad iniziare la raccolta differenziata porta a porta”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO