Vaccino, Gandola (FI): “Somministrazioni prioritarie ai disabili”

0
73
Paolo Gandola

Sono arrivati nella mattinata di domenica 27 dicembre le prime dosi di vaccino anti Covid in Toscana, a partire dalla farmacia dell’ospedale di Careggi.

Paolo Gandola, consigliere metropolitano di Forza Italia–centrodestra per il cambiamento, saluta con gioia l’arrivo del vaccino e sottolinea come vaccinarsi sia un dovere.

Grande soddisfazione per l’arrivo a Firenze e nel resto della Toscana delle prime dosi di vaccino anticovid, che presto ci consentiranno di riprenderci la nostra libertà. Vaccinarsi è un dovere ed anzi dovrebbe essere reso obbligatorio. Non appena sarà possibile, mi sottoporrò con convinzione alla somministrazione“.

Al riguardo – ha aggiunto il consigliere metropolitano – così come richiesto da molte associazioni, occorre inserire anche tutte le persone disabili tra coloro che prioritariamente possono essere sottoposti alla somministrazione del vaccino insieme agli operatori sanitari, sociosanitari e personale e ospiti delle Rsa. Le persone disabili sono quelle maggiormente esposte a rischi di varia natura derivanti della pandemia e dunque dovrebbero aver diritto a ricevere particolari attenzioni consentendo un accesso prioritario.

Il vaccino già disponibile rappresenta un vero e proprio miracolo per la velocità con la quale la ricerca mondiale ha messo a disposizione un vaccino in soli dieci mesi, consentendoci di avere gli strumenti giusti per vincere la sfida della pandemia globale. Solo vaccinandosi saremo finalmente protetti e potremo tornare a vivere una vita normale, come abbiamo sempre sognato“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO