VIDEO – Falchi: “Chiuso il parco di Villa Solaria. Sestese positiva al Covid-19 è in buone condizioni”

0
1190
Falchi sul palco del Primo Maggio a Sesto

Con un video pubblicato su Facebook, il sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi, ha fornito gli ultimi aggiornamenti sull’emergenza Coronavirus.

La sestese di 44 anni trovata positiva al Covid-19 è in buone condizioni ed è seguita dal sistema sanitario.

L’amministrazione ha deciso di chiudere il parco di Villa Solaria, così come il Comune di Calenzano ha fatto con il parco del Neto. La giunta sestese, inoltre, sta facendo transennare le attrezzature ludiche nei giardini più frequentati.

Prosegue regolarmente la pulizia delle strade. Alia, su richiesta dell’amministrazione comunale, sta sanificando alcune aree della città.

È possibile chiamare l’Auser (0554481091) o la Misericordia di Quinto (0554494075) per richiedere, per i casi che davvero ne avessero bisogno, il servizio di consegna a domicilio di generi di prima necessità.

Aggiornamento di venerdi 13 marzo

3 minuti di aggiornamento per darvi un po’ di info utili.- Da ieri la ASL ci ha comunicato il primo caso di coronavirus in città. La signora è a casa in buone condizioni e seguita dal sistema sanitario. A lei tutti noi auguriamo pronta guarigione- Sesto sta rispondendo bene alle richieste di rispetto delle regole. Continuiamo così e non facciamoci tentare dalle ore di sole che il fine settimana sembra prevedere. Come ulteriore segnale abbiamo chiuso il Parco di Villa Solaria (così come Calenzano ha fatto per il Neto) e stiamo transennando le attrezzature ludiche dei nostri giardini più frequentate.- La pulizia strade avviene con regolarità per motivi di pulizia e sicurezza ma gli agenti della Polizia Municipale sono occupati in tutt’altro. Oltre a questo abbiamo richiesto ad Alia di sanificare alcune aree più sensibili della città.- È possibile chiamare l’Auser (0554481091) o la Misericordia di Quinto (0554494075) per richiedere, per i casi che davvero ne avessero bisogno, il servizio di consegna a domicilio di generi di prima necessità. Mi raccomando, lasciamo questa possibilità a chi non può fare diversamente. Grazie a queste e alle tante altre associazioni che si stanno rendendo disponibili in un momento così delicato.

Publiée par Lorenzo Falchi sur Vendredi 13 mars 2020

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO