Piano Strutturale, Biagioli risponde al M5S: “Non capisce la valenza di un atto fondamentale”

0
142
TuttoSesto

E’ stato duro, nei giorni scorsi, il commento del Movimento 5 Stelle di Calenzano sul piano strutturale intercomunale tra Sesto Fiorentino e Calenzano: “Un carrozzone mangiasoldi“, hanno dichiarato i pentastellati.

Non si è fatta attendere la risposta del sindaco Alessio Biagioli:

Ho una certa difficoltà a capire le basi dell’ultima polemica a 5 stelle. L’unica cosa che si capisce – si legge su gonews.it – è la volontà diffamatoria nei confronti del Comune e dei tecnici che lavorano al Piano Strutturale con Sesto Fiorentino, un lavoro che è frutto delle migliori politiche di concertazione e collaborazione tra enti, proprio allo scopo di ottimizzare le risorse. Il Piano Strutturale è la base su cui si fonda la pianificazione del territorio e quindi i futuri sviluppi di Calenzano in termini di edilizia, parchi, mobilità, territorio da preservare. Quello di Calenzano è in scadenza, andava quindi aggiornato e la Regione prevede l’obbligo di adeguamento al PIT (Piano di Indirizzo Territoriale).

Il nuovo Piano Strutturale è per noi l’occasione per riconfermare il divieto di consumo di suolo, per studiare la rete idrografica allo scopo di mettere ulteriormente in sicurezza il territorio dal punto di vista idrogeologico; è uno strumento per pianificare la mobilità, il recupero della città e per dare risposta alle esigenze di cittadini e imprese. I soldi spesi, compresi quelli del finanziamento regionale, servono a finanziare questi studi e non a burocrazie inutili. Se il M5S non capisce la valenza di un atto fondamentale come il Piano Strutturale, nonostante le tante discussioni fatte in commissioni e consigli comunali, è difficile spiegare a cosa serve la pianificazione. Il vero costo inutile è forse il tempo speso a spiegare a chi non vuol capire“.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO