Aeroporto, Chini (Toscana a Sinistra): “Teatrino insopportabile. Tutte le parti in commedia hanno tolto la maschera”

0
478

Uno degli argomenti più discussi nel corso della campagna elettorale che porta alle elezioni regionali del 20 e 21 settembre è, senza dubbio, il nuovo aeroporto di Firenze.

Su questo tema si esprime così Adriano Chini, candidato nel collegio Firenze 4 per Toscana a Sinistra, lista in appoggio al candidato governatore Tommaso Fattori. L’ex sindaco di Campi Bisenzio parla dopo l’approvazione del decreto semplificazione da parte del governo che contiene una serie di facilitazioni per la realizzazione del nuovo aeroporto di Firenze.

Il candidato Giani e con lui il PD e Italia Viva (sono entrambi attori protagonisti) vogliono a tutti i costi il nuovo aeroporto, vanno oltre le leggi, oltre le decisioni dei tribunali, oltre la volontà dei cittadini, oltre a tutto. Sono anni che intervengono con emendamenti e norme ad hoc. Sempre  a tutela e difesa degli interessi di pochi e non dei molti cittadini e cittadine di questo territorio. Queste le dichiarazioni dopo 

Dispiace per i M5S che hanno posizioni contraddittorie, gli attivisti fiorentini sono contrari a questa sciagurata opera e poi il livello nazionale però fa esattamente il contrario. Non ho sentito Galletti, candidata alle Regionali attaccare il PD e il M5S stesso per quanto contenuto nel Decreto Semplificazioni.

Infine le liste a sostegno di Giani come Sinistra Civica Ecologista (con Sindaco di Sesto Fiorentino Falchi che la sostiene ed ex sindaco Biagioli che è candidato in questa lista): occorre onestà intellettuale e occorre fare le proprie scelte. Lo faccio io il richiamo alla responsabilità tanto sbandierata in questi giorni. Basta tattica, basta. Non ha senso sostenere Giani (e quindi Italia Viva e il PD) se non si è d’accordo sul suo programma. Scelta insensata, morire di tattica è un attimo. Decidete che parte in commedia volete recitare, contrari ma non troppo?

Il nostro territorio, la piana fiorentino-pratese, ha un preciso e prezioso profilo da tutelare frutto di decenni di programmazione urbanistica: un parco al centro di sei città, il Central Park della città metropolitana di Firenze. Sarà una partita fondamentale per il futuro di questo territorio, per i suoi cittadini e per i lavoratori delle attività collocate in questa area, quella che verrà giocata nei prossimi 5 anni in Regione Toscana.

Il mio è un NO netto al nuovo aeroporto, lo ribadisco oggi così come faccio da molti anni (dal 2008) e continuerò ad adoperarmi in ogni modo per impedire questo sciagurato e non sostenibile progetto del nuovo aeroporto che devasterebbe il nostro territorio. Il nuovo aeroporto si combatte solo col voto a Toscana a Sinistra, tutte le altre posizioni sono incoerenti e contraddittorie, smettiamolo di recitare“.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO