Baratti (Lega Calenzano): “Bilancio di previsione che mette le mani nelle tasche dei cittadini”

0
84
Daniele-Baratti
Daniele Baratti

Come avevamo previsto lo scorso anno è un bilancio di previsione che va a mettere le mani nelle tasche dei cittadini. Infatti aumenta la pressione tributaria pro capite (la più alta dell’ultimo quinquennio) e la rigidità strutturale del bilancio.

Per quanto riguarda le entrate si rileva l’aumento dell’addizionale irpef che passa dallo 0,4 per mille allo 0,75 per mille per tutti gli scaglioni d’imposta senza innalzare la soglia di esenzione e non prevedendo una applicazione differenziata a seconda dello scaglione di reddito del soggetto passivo.

Per il secondo anno consecutivo, si prevede un aumento delle sanzioni per violazioni al codice della Strada. Lo scorso anno erano passate da 500 a 600mila e quest’anno si prevede di arrivare a 700mila euro. Sarebbe interessante capire come si può prevedere un aumento così considerevole.
Le tariffe di mensa e trasporto scolastico aumenterannno dal prossimo anno pur non comprendendo ancora oggi dove sono finiti i soldi risparmiati dal passaggio di gestione da srl a Comune.
Di recente abbiamo parlato dell’aumento tariffario delle palestre Mascagni, Settimello e Carraia.

Non sono stati citati, invece, i campi sportivi e possiamo prendere per esempio l’aumento tariffario per l’utilizzo del campo di Carraia:
oltre all’innalzamento delle tariffe orarie, il costo per l’affitto del campo centrale per una partita diurna passa da 60 a 125 euro mentre per una partita in notturna da 80 a 150 euro.
Se una associazione di Calenzano desidera prendera in affitto il Palazzetto dello sport per una giornata dovrà pagare 500 euro (contro 350 dello scorso anno). Il paradosso è che hanno avuto un incremento minore le associazioni sportive che non sono di Calenzano.
Il Comune è in enorme difficoltà e lo si vede dall’accensione dei prestiti oltre che dal rinvio della realizzazione di opere.
Per la realizzazione della nuova scuola elementare e palestra a Settimello è diminuito lo stanziamento: era previsto 1,5 milioni sul 2023 ed invece oggi troviamo solo 300mila euro.
I lavori di ampliamento del Palazzetto dello Sport mediante la realizzazione di una nuova palestra con spogliatoi, previsto da tempo, slitta al 2025.
La riqualificazione della piazza a Le Croci slitta al 2024.
Con lo slittamento aumentano di 300mila euro i costi per la realizzazione della scuola a Dietro Poggio.
Pertanto gli stanziamenti più importanti sono previsti per il 2024 e 2025 ovvero dopo le elezioni.
Questo vale anche per i rimborsi imu con le quote più consistenti previste per gli anni successivi.
Il Colleggio dei Revisori evidenza che il Comune non ha considerato le raccomandazioni che riguardavano l’adeguamento del fondo contenziosi.

Lo stesso Collegio dei Revisori richiama l’Ente che non si è ancora dotato di soluzioni organizzative idonee per la gestione, il monitoraggio, la rendicontazione dei fondi PNRR oltre a non aver potenziato il sistema di controllo interno.
Pertanto, visto quanto esposto, abbiamo espresso un voto contrario in quanto siamo seriamente preoccupati di una Giunta che per anni non ha ascoltato i nostri consigli e adesso, in difficoltà, sposta i problemi ai prossimi anni”.

Daniele Baratti – Capogruppo Lega Salvini Calenzano

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO