Elezioni a Sesto, intervista ai candidati sindaco: Lorenzo Falchi (centrosinistra)

0
295
Lorenzo-Falchi

Con l’approssimarsi delle elezioni comunali, in programma domenica 3 e lunedì 4 ottobre, TuttoSesto ha intervistato i candidati sindaco su temi che dovranno essere affrontati nella prossima consiliatura.

A sfidarsi, lo sappiamo, saranno in sette:

Qual è la sua posizione nei confronti della nuova pista dell’aeroporto di Peretola?
Siamo contrari a qualsiasi ipotesi di pista parallela. In questi cinque anni abbiamo lavorato insieme agli altri Comuni per scongiurare questa ipotesi e riaprire un tavolo di discussione. Questo non è avvenuto, come del resto non è stato ancora presentato alcun nuovo progetto dopo la bocciatura senza appello da parte del Consiglio di Stato. Per il futuro il nostro programma è chiaro”.

Centro cittadino: cosa fare?
Il nostro centro subisce le trasformazioni che negli ultimi decenni hanno profondamente inciso sugli stili di vita. La difficoltà che sta attraversando è comune a quella di molte altre città della nostra area. In questi anni abbiamo migliorato l’accessibilità e cercato di favorire le occasioni di incontro e socializzazione. Oltre a Lucciola e Palazzo Pretorio, la cui riapertura permetterà di contare su spazi nuovi per eventi e attività, pensiamo a un rafforzamento della collaborazione col CCN e con le associazioni di categoria, individuando anche eventi di qualità, come, ad esempio, la mostra dei fiori, in gradi attirare persone da tutta l’area metropolitana. Un’importante novità a breve sarà anche il trasferimento in centro del Commissariato“.

Parco della Piana, alberi cittadini, verde pubblico: come intende gestirli e, magari, valorizzarli?
Il Parco della Piana è una scommessa che stiamo vincendo. La pandemia ha spinto molte persone ad andare alla scoperta di questa grande area verde ancora troppo poco conosciuta. Sono da poco partiti i lavori di realizzazione di un’area attrezzata nel cuore del Parco e andremo avanti con la creazione di percorsi pedonali e ciclabili. Alberi e verde pubblico sono un tema delicatissimo e molto sentito, ma anche complesso da affrontare. Nel prossimo mandato vogliamo innovare molto su questo tema, a partire dalla creazione di un nucleo di giardinieri e tecnici comunali per poter intervenire con maggiore tempestività e qualità“.

Lorenzo Falchi-Claudia Pecchioli

Capitolo trasporti: a parte la tramvia, il suo programma prevede altre novità?
Continueremo a lavorare per la promozione della mobilità sostenibile: in questi anni abbiamo puntato con decisione sulla bicicletta inaugurando la Rete ciclabile Alfredo Martini, mentre, in futuro, la superciclabile Firenze-Prato farà delle due ruote un’autentica alternativa al mezzo privato per gli spostamenti nell’area metropolitana. Uno dei fronti di massimo impegno rimane, ovviamente, la ferrovia, da sviluppare sia in termini di frequenza dei treni sia di miglioramento delle stazioni. Su questo abbiamo un dialogo aperto con RFI dopo aver ottenuto la riqualificazione della stazione centrale ci vorrà un impegno forte su Zambra e Neto“.

Quali sono le prime tre cose che farebbe in caso di elezione?
Sarei felice di aprire un eventuale nuovo mandato con la firma del protocollo di intesa col Ministero per la cessione della Caserma Donati. Ci siamo arrivati vicini qualche tempo fa, poi si è tutto arenato con la caduta del Governo, e ora, con l’approvazione del nuovo protocollo avvenuta in questi giorni, siamo fiduciosi di riuscire ad arrivare al traguardo. 
La seconda è l’avvio della progettazione del nuovo Palazzo Pretorio e della riqualificazione della ex scuola di via Biancalani che hanno beneficiato del bando Pinqua.
L’ultima, che può sembrare una provocazione, è la formazione della Giunta. È uno dei primi atti di qualsiasi sindaco, certo, ma nel nostro caso davvero vorrei mettere in moto la squadra di governo nel minor tempo possibile, perché c’è una crisi che ancora non è finita e sono ancora tante le risposte da dare e il lavoro non può aspettare“.

Perché i sestesi dovrebbero votarla?
Perché cinque anni fa ci siamo presentati con un programma e con proposte anche forti, dimostrando che è possibile con impegno e passione mantenere gli impegni presi con la città e cercando, giorno dopo giorno, un dialogo costante. Ci candidiamo a proseguire e migliorare il lavoro con una coalizione ampia, espressione della nostra comunità e delle sensibilità che la compongono, sulla base di un programma condiviso e proiettato nel futuro, per aprire una nuova stagione per Sesto“.

STEFANO NICCOLI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO