Il Pd Sesto dice no all’ampliamento dell’aeroporto: lo strappo è servito

0
162
Aeroporto di Firenze Peretola

La lunga vicenda relativa all’aeroporto di Firenze si arricchisce di un nuovo capitolo. Il Partito Democratico di Sesto Fiorentino dice no al progetto di ampliamento dello scalo “Amerigo Vespucci”. A stabilirlo è stata la direzione comunale con un documento approvato il 27 giugno a “larga maggioranza”. Decisiva la sentenza del 27 maggio scorso con cui il Tar della Toscana ha annullato il decreto di Valutazione d’Impatto Ambientale.

La notizia è di capitale importanza perché, di fatto, segna lo strappo tra il Pd sestese e quello toscano, da sempre a favore della realizzazione della nuova pista. Non a caso Massimiliano Pescini, responsabile enti locali, ha ribadito il sì all’opera. La sensazione è che sia appena iniziata una guerra all’interno del Partito Democratico.

Si allarga, quindi, il fronte del no costituito dai comitati e dai Comuni di Prato, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Calenzano, Carmignano e Poggio a Caiano.

La decisione della direzione comunale, accolta favorevolmente dal sindaco Lorenzo Falchi, rappresenta un cambio di passo rispetto al recente passato. Vedremo se questo “nuovo corso” riavvicinerà le forze di sinistra e centrosinistra.

I sestesi volevano chiarezza da parte dei dem. L’hanno avuta. Leggendo i commenti su Facebook, c’è chi valuta il no all’aeroporto uno “stratagemma solo per prendere voti“, altri si sorprendono della posizione del Pd, sottolineando il “ritardo” nel dire no all’ampliamento dell’aeroporto di Peretola.

Siamo ai titoli di testa di un nuovo, interessante film.

STEFANO NICCOLI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO