27 gennaio 1867 – Istituzione della delegazione di Pubblica Sicurezza

0
82
Polizia

Sesto giorno per giorno la rubrica curata da Daniele Niccoli, autore del libro Sesto una bella storia.

Un centinaio di fatti e date che caratterizzano la storia e la cronaca della città di Sesto con la speranza che ci possano aiutare a conoscere la nostra semenza e a intuire il nostro futuro.

La casa sul confine dei ricordi,
la stessa sempre, come tu la sai
e tu ricerchi là le tue radici
se vuoi capire l’anima che hai (Francesco Guccini)

SESTO GIORNO PER GIORNO

27 gennaio 1867 – Istituzione della delegazione di Pubblica Sicurezza

 

La proclamazione del Regno d’Italia, che avvenne il 17 marzo 1861, fu l’atto formale con il quale si considera realizzata la formazione del nostro stato nazionale. Da un punto di vista politico l’operazione fu possibile grazie alle guerre combattute durante il Risorgimento, ma per superare le differenze giuridiche e amministrative fra i vari territori furono necessari ancora molti anni.

L’organizzazione del servizio di pubblica sicurezza, per esempio, iniziò dopo la promulgazione della legge del 27 aprile del 1865. A Sesto la delegazione di pubblica sicurezza arrivò solo all’inizio del 1867 e fu indotta dai disordini seguiti alla consegna degli avvisi di pagamento della tassa di ricchezza mobile.

Per determinazione superiore è destinato a codesto comune un ufficiale di P.S. che dovrà immediatamente recarvisi per assumere tutto il servizio di sua competenza.

 

Fino ad allora il mantenimento dell’ordine pubblico era stato garantito dai tre soli militi della stazione dei carabinieri e dalle due compagnie della Guardia Nazionale.

Il contributo di quest’ultima però, se si esclude il periodo della seconda guerra di indipendenza, fu più teorico che pratico tanto che nel Conto morale e finanziario del Comune di Sesto nell’esercizio del 1866 così ci si esprimeva:

non risponde purtroppo qui come per tutto alla sua missione, e non giustifica i sacrifizi che per essa si fanno

La Guardia Nazionale, che era un corpo militare inquadrato nell’esercito, fu sciolta alla fine del 1876.

Daniele Niccoli

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO